Il successo dell’intelligenza artificiale dipende dai capi azienda

La sfida oggi è come gestire la grande quantità di dati raccolti dalle aziende.

Come scrive Yoichiro Hiroi sul Nikkei Sangyo Shimbun, “gli esseri umani hanno a che fare con una quantità di dati senza precedenti. È inoltre necessario gestire i dati in modo economicamente conveniente. I dati aziendali sono utilizzati per essere distribuiti tra organizzazioni e sistemi, ma oggi tutto tende a passare al cloud per tenere traccia di ciò che è in atto all’interno dell’azienda. Per riconoscere e localizzare i dati esistenti, è molto importante avere un unico formato. Amazon Web Services offre anche la possibilità di utilizzare servizi di machine learning per individuare i dati dei clienti”. La crescita dei dati accelererà con l’inizio dei servizi standard di comunicazione 5G di prossima generazione.

“Stiamo già sviluppando la tecnologia cloud partendo dal presupposto che la quantità di dati aumenterà di 10 volte ogni 5 anni. Le aziende possono utilizzare il cloud per aumentare in modo dinamico il numero di posti in cui conservare i dati in base alle esigenze”.

“Maggiore è la velocità di comunicazione, più intelligenza artificiale può essere utilizzata. I dati vengono archiviati nei terminali e l’utilizzo del cloud favorisce l’apprendimento dell’intelligenza artificiale, la creazione di un nuovo modello e l’erogazione di feedback su un IA all’avanguardia”.

AWS ad esempio fornisce strumenti come l’intelligenza artificiale utilizzando il cloud.

“Anche se non ci sono esperti di intelligenza artificiale nell’azienda, i vari servizi sono realizzabili basandosi su uno specifico concetto. Ad esempio, le principali autorità fiscali degli Stati Uniti hanno sviluppato un modello di machine learning per esperti fiscali per rilevare le frodi. Ciò consente agli esperti non fiscali di segnalare la falsificazione dei documenti”.

Sono molti i manager che cercano di introdurre l’intelligenza artificiale, ma ci sono anche molti casi in cui tutto questo non funziona.

“Ci sono tre criteri per identificare i clienti IA di maggior successo. In primo luogo, i leader hanno una forte volontà di investire in nuove tecnologie. In secondo luogo, riconoscono che ci sono problemi che non possono essere risolti all’interno dell’azienda. E infine, c’è una forte volontà ad abbattere le barriere tra le varie divisioni aziendali”.

“Una volta soddisfatte le tre condizioni, inizia un progetto sperimentale. Puoi iniziare da piccoli risultati. Quando i risultati iniziano a farsi vedere, gli altri reparti cercheranno di introdurre il sistema. La chiave è avere un’idea rapida dell’impatto dell’adozione della tecnologia “.

La sicurezza è diventata più importante.

“AWS utilizza un modello di condivisione della responsabilità con i clienti. AWS investe nella sicurezza dell’infrastruttura stessa e i clienti sono responsabili della sicurezza del servizio. Forniamo ai clienti strumenti per crittografare e proteggere i loro dati”.

Su quale nuova tecnologia ti stai concentrando?

“Tra tutte le ore che spendiamo per lo sviluppo, passiamo dall’80 al 90% concentrandoci su ciò che possiamo fare basandoci sui feedback dei nostri clienti. Pensiamo a come possiamo migliorare i nostri servizi. Passiamo il nostro tempo a pensare a come possiamo approfondire la conoscenza dei nostri clienti sui nostri servizi o su come i clienti possono utilizzare i nostri servizi in modi ancora più ampio”.