Chi batterà Microsoft nella guerra del cloud?

Nel mondo degli affari – ricorda l’ex capo della comunicazione di Oracle, Bob Evans qui – nessuno possiede il primo posto. Il meglio che puoi ottenere è un contratto di locazione. E devi rinnovarlo costantemente. Quindi, mentre il business del cloud aziendale di Microsoft è stato un successo travolgente sotto ogni aspetto (è probabile che raggiunga i 50 miliardi di dollari di entrate per il suo anno fiscale che termina il 30 giugno 2020), la storia ci dice che la leadership aziendale è, come tutte le cose, temporanea e sfuggente.

Cinque anni fa – ma anche tre – molte persone avrebbero scommesso che Amazon avrebbe governato il cloud per i successivi 50 anni. Avrebbero scommesso che l’essere stati pionieri nello IaaS avrebbe reso Amazon. E che l’ambizione sfrenata della sua casa madre non avrebbe permesso mai a nessuno di superare AWS nel cloud. Eppure è proprio quello che è successo.

Nella seconda metà del 2019, il business del cloud di Microsoft è più grande di quello di Amazon di circa 10 miliardi di dollari. Per la fine dell’anno le entrate cloud di Microsoft stimate saranno di 44,7 miliardi di dollari, quelle di Amazon di 35,2 miliardi. Quindi quale fornitore di cloud – o combinazione di fornitori – potrebbe avere la tecnologia, il focus incentrato sul cliente, il marketing esperto e le tasche straordinariamente profonde per superare Microsoft nel cloud?

Evans esplora alcune possibilità.

1. Google Cloud.

Dopo essere salito di recente al 6 ° posto nella Top 10 di Cloud Wars sulla base della visione incentrata sul cliente del CEO Thomas Kurian, Google sembra avere tutti gli ingredienti per organizzare uno strabiliante sorpasso. Da qualche tempo ha una tecnologia incredibile, il riconoscimento del marchio e risorse finanziarie pressoché illimitate. E ora, con Kurian che guida un approccio al mercato orientato al cliente, ha un nuovo rispetto ed empatia per i clienti aziendali, nuovi investimenti e una nuova credibilità tra i clienti aziendali.

Se il CEO di Microsoft Satya Nadella ha stilato un elenco di concorrenti temibili, Google si trova in cima a questa lista.

2. Salesforce + IBM

Sì, l’idea di una simile combinazione è un po’ folle. Ma ciò che è davvero  folle è pensare che qualsiasi azienda tecnologica diversa da Google possa, da sola, superare Microsoft nel cloud. L’enorme business SaaS di Salesforce e il suo brillante posizionamento come soluzione indispensabile per la trasformazione digitale incentrata sul cliente sarebbero in cima alle ossessioni di qualsiasi CEO e cda. E IBM, in particolare con l’acquisizione di Red Hat, dispone di una straordinaria serie di tecnologie e prodotti per infrastrutture e piattaforme per soddisfare una vasta gamma di esigenze dei clienti.

3. Amazon + SAP

La combinazione dell’indiscusso re della categoria nell’infrastruttura cloud (Amazon) con il leader mondiale nelle applicazioni aziendali (SAP) rappresenterebbe sicuramente una grande sfida per la leadership di Microsoft. Inoltre, non dimenticate: negli ultimi trimestri, SAP ha avuto il business SaaS in più rapida crescita di tutti i principali attori, con tassi di crescita del 40% o superiori.

4. Oracle + ServiceNow

Supponiamo che il database autonomo di Oracle continui a mostrare non solo grandi promesse, ma anche una significativa crescita delle entrate, un presupposto molto ragionevole. Ciò significherebbe che l’attività IaaS di Oracle, che fino ad oggi è stata trascurabile, crescerebbe rapidamente anche perché il fondatore Larry Ellison sta confondendo le linee tra PaaS e IaaS richiedendo che il database autonomo (che tutti vogliono) possa funzionare solo su Oracle IaaS (che diventerebbe per associazione un successo in forte espansione). Aggiungiamo un ServiceNow di alto livello e le sue esclusive applicazioni per il flusso di lavoro digitale più  la sua cultura incentrata sul successo dei clienti e avremmo un buon sfidante per il primo posto. Come nel caso di tutti i leader di mercato, il primo posto di Microsoft in cima alle Cloud Wars non è inespugnabile. Ma solo un concorrente del cloud ha i mezzi per cambiare il podio. E questo è Google Cloud sotto Thomas Kurian. Tutti gli altri sfidanti avranno una possibilità solo attraverso combinazioni non convenzionali e forse persino scandalose, come un paio di quelle suggerite sopra.