Boom degli investimenti sul cloud: +24% in 12 mesi

La spesa aziendale per le tecnologie di cloud computing continua a crescere a un ritmo vertiginoso, raggiungendo i 150 miliardi di dollari nella prima metà dell’anno, secondo un nuovo rapporto di Synergy Research Group citato da Syliconangle.com. Synergy ha dichiarato che la spesa per sette servizi cloud e segmenti di infrastruttura in quei sei mesi è cresciuta del 24% rispetto alla prima metà del 2018. Il segmento in più rapida crescita è stato quello delle infrastrutture e dei servizi di piattaforma, che ha visto aumentare le spese del 44%, seguito da quelle per i servizi software cloud, salite del 27%.

“I mercati associati al cloud stanno crescendo a tassi che vanno dal 10% a oltre il 40%, e la spesa annuale per il cloud raddoppierà in meno di quattro anni“, ha dichiarato John Dinsdale, capo analista di Synergy. “Il cloud sta dominando sempre più il panorama IT“.

Synergy sottolinea inoltre che l’aumento della spesa è stato principalmente guidato dall’abbraccio delle aziende alle implementazioni di cloud ibrido e alla loro strategia di utilizzo di più provider di cloud pubblici per evitare di essere bloccati su una singola piattaforma. Ciò significa che, sebbene Amazon Web Services rimanga molto più avanti rispetto ai suoi concorrenti nel mercato del cloud pubblico, anche aziende come Microsoft e Google stanno apportando vantaggi perché introducono nuove offerte progettate per differenziare le loro piattaforme.

Durante la prima metà dell’anno, le spese per hardware e software cloud sono ammontate a quasi 55 miliardi di dollari, suddivise equamente tra cloud privati ​​e pubblici. Queste cifre si confrontano con i 70 miliardi spesi in hardware e software cloud per tutto il 2018, ha affermato Synergy. Tali investimenti hanno aiutato i fornitori di servizi cloud a generare oltre 90 miliardi di dollari di entrate dall’infrastruttura, dalla piattaforma e dai servizi di cloud privato ospitato che offrono. Gli investimenti significano anche maggiori spese per il leasing e la collocazione dei data center, ha affermato Synergy.

C’è stata anche una crescente domanda di servizi cloud più specifici come database e analisi, e questo sta creando maggiori opportunità per aziende specializzate come Salesforce, Adobe, VMware e Rackspace. Per Synergy ha affermato che sono diventati tutti “attori principali” nel segmento dei servizi cloud.

A beneficiare anche dell’aumento della spesa sono i principali fornitori di infrastruttura cloud, tra cui Dell, Cisco Systems e Hewlett-Packard. “Il rovescio della medaglia è che alcuni player IT tradizionali stanno facendo fatica a bilanciare la protezione delle aziende legacy con la necessità di abbracciare completamente il cloud“, ha affermato Synergy Research.