Amazon sempre più “green”

Amazon ha annunciato tre nuovi progetti di energia rinnovabile progettati per aiutare il colosso dell’e-commerce a raggiungere un obiettivo di emissioni nette pari a zero entro il 2014.

Amazon ha dichiarato che i progetti saranno implementati negli Stati Uniti e nel Regno Unito e forniranno energia pulita ai data center che supportano Amazon Web Services (AWS). Il primo programma di energia rinnovabile sarà situato nella penisola di Kintyre in Scozia. Reso possibile attraverso un accordo di acquisto di energia (PPA), l’area ospiterà un parco eolico destinato a produrre fino a 50 MW di energia eolica. Amazon prevede che la fattoria produrrà 168.000 MWh di energia pulita su base annuale una volta completata. Il secondo e il terzo progetto del gigante della vendita al dettaglio saranno situati nella Contea di Warren, nella Carolina del Nord, e nella Contea di Prince George, in Virginia. In queste aree, l’obiettivo è l’energia solare e Amazon prevede che le nuove centrali solari raggiungeranno i 215 MW e genereranno 500.997 MWh all’anno.

Si prevede che i tre progetti inizieranno a produrre energia nel 2021.  

A settembre, Amazon ha annunciato l’intenzione di rispettare l’accordo di Parigi con un decennio di anticipo attraverso The Climate Pledge. L’obiettivo del colosso Usa è quello di diventare zero carbon entro il 2040. Per raggiungerlo Amazon  intende raggiungere l’80% di energia rinnovabile entro il 2024 ed essere alimentata al 100% da fonti rinnovabili entro il 2030.

Poiché l’attività di Amazon si basa così fortemente sulla consegna dei pacchi, l’azienda intende ridurre seriamente la propria impronta di carbonio assicurandosi che il 50 per cento delle spedizioni sia considerato carbon neutral entro il 2030. Parte del piano prevede l’acquisto di 100.000 furgoni elettrici Rivian  nel 2021. I furgoni, progettati appositamente per Amazon, dovrebbero rimuovere all’incirca quattro milioni di tonnellate di C02 che entrano nell’atmosfera all’anno una volta che l’intera flotta è stata dispiegata.

Amazon ha inoltre lanciato un sito web per la trasparenza che può essere utilizzato per tracciare i progressi dell’azienda verso l’adozione di sole fonti di energia rinnovabili. “Siamo impegnati a investire nelle energie rinnovabili come un passo fondamentale per affrontare la nostra impronta di carbonio a livello globale”, ha affermato Kara Hurst, direttore della sostenibilità di Amazon.