Gli annunci di Google Cloud a Next ’19

Tredici investimenti via cavo sottomarini, novanta data center e settemila partecipanti. Sono i numeri del Next Cloud di Google 19 a Londra. I giganti del cloud si sono infatti dati appuntamento alla conferenza che ha fatto il punto sulle nuove funzionalità di crittografia dei dati, sicurezza della rete, analisi della sicurezza e protezione degli utenti.

Google Cloud ha anche annunciato la disponibilità generale di Migrate for Anthos, Apigee hybrid e Cloud Code. “Stiamo offrendo tre componenti chiave, l’infrastruttura come servizio, la nostra piattaforma di trasformazione digitale e soluzioni di settore”, ha dichiarato il CEO di Google Cloud, Thomas Kurian, nel discorso di apertura.  

Il colosso Usa sta discutendo con i clienti nel settore delle telecomunicazioni, della vendita al dettaglio, della produzione e dell’intrattenimento sull’utilizzo di Anthos. Google Cloud punta anche a introdurre cinque nuove aree cloud, come parte di una strategia più ampia per implementare diverse altre regions in tutto il mondo. Due mesi fa, la società ha annunciato che aprirà una regione Google Cloud a Varsavia, in Polonia, come parte del suo impegno nel Paese e in Europa centrale e orientale. Sono state poi svelate le nuove funzionalità del firewall delle applicazioni per Google Cloud Armor, il suo servizio di denial-of-service distribuito e di difesa delle applicazioni.

Non solo. Iron Mountain ha annunciato l’espansione della sua piattaforma di servizi di contenuto intelligente Iron Mountain InSight presso Google Cloud Next London. Vodafone ha scelto Google Cloud per ospitare la sua piattaforma cloud strategica per l’analisi dei dati, la business intelligence e l’apprendimento automatico, chiamata Neuron. Infine, Deloitte Consulting ha rafforzato la propria partnership con Google Cloud, svelando nuove soluzioni destinate alle migrazioni di carichi di lavoro SAP su larga scala.